Ulteriori informazioni

 

Niscemi onlie

  

Contatto-Indirizzo mail

 

Ulteriori informazioni

 

 

 

Ulteriori informazioni

 

 

 

 

 

SUCCEDE NEL NISSENO - UOMO GELOSO PICCHIA LA MOGLIE E SI SCAGLIA CONTRO UN PASSANTE SCAMBIATO PER IL SUO AMANTE
Fonte: lasicilia.it - 14/05/2019
di Redazione
Caltanissetta: il sospetto di un tradimento ha fatto finire nei guai un quarantasettenne denunciato per lesioni e violenza
Uno scatto di gelosia fa finire nei guai un uomo denunciato dalla Polizia per lesioniaggravate e violenza privata. Il sospetto di essere stato tradito ha fatto perdere il lume della ragione ad un quarantasettenne che ha preso a calci e pugni la moglie e poi si è scagliato contro un passante perché sospettava fosse l’amante della coniuge.

L’episodio di violenza si è registrato nel pomeriggio di sabato. Una pattuglia della Polizia di Stato è intervenuta in viale Amedeo, presso la villa comunale, poiché era stata segnalata un'aggressione in corso. Gli agenti hanno identificato le persone coinvolte ricostruendo l'accaduto. Un 47enne, poco prima, per gelosia, aveva aggredito la propria moglie, colpendola con calci e pugni. A far scattare l'ira dell'uomo, il sospetto che la vittima parlasse al telefono con l'amante.

L'aggressore, dopo aver sottratto il telefono alla consorte, si è scagliato contro un altro uomo, che si trovava all'interno della villa comunale insieme ai propri figli minori, al quale la donna si era rivolta per essere difesa, scambiandolo per il suo amante.
Dopo l'arrivo della polizia, l'aggressore ha riconosciuto di aver colpito per errore la persona sbagliata al quale ha provocato lesioni personali al volto. Il ferito è stato, infatti, trasportato all'ospedale Sant'Elia, per essere medicato. L'aggressore è stato, invece, condotto in questura e denunciato per violenza privata e lesioni aggravate.
Leggi articolo originale dalla fonte

 
Commenta/condividi questo articolo sulla nostra pagina fecebook:  

Niscemi online

 

 

   

 
 
 

© StudioGF Tutti i diritti sono riservati - Richiesta di rettifica - Cosa facciamoContatti